Prof. Arch. Francesco Riccardo Ghio

Laureato a Roma in Architettura nel 1983, svolge con continuità attività di ricerca, didattiche e professionali con particolare attenzione al tema della riqualificazione urbana e della progettazione di parchi urbani e territoriali. Insegna nella facoltà di Architettura di Roma III, dove è Professore Associato di Architettura dei Giardini e dei Parchi.

Dal 1993 al 1998 è stato titolare del corso di Progettazione dei Giardini e coordinatore del Master in Architettura dei Giardini presso l'Istituto Quasar.
Ha insegnato presso la facoltà di Architettura di Ascoli Piceno (corso di "Teoria e storia dell' arredamento degli spazi pubblici" AA. 97/98).
Ha svolto ricerche presso vari Dipartimenti Universitari della Facoltà di Architettura di Roma La Sapienza e della Facoltà di Architettura Federico II di Napoli dove ha condotto un seminario presso la Cattedra di Arte dei Giardini della Prof. Vanna Fraticelli.

Ha svolto lezioni e seminari di progettazione in Italia e all’estero, presso la Facoltà di Architettura di Madrid e presso la Facoltà di Architettura di Ginevra come docente del corso post-laurea in Urbanistica.
Ha curato ricerche su parchi urbani di Roma (villa Mazzanti, parco di Colle Oppio), sulle Ville Vesuviane e su varie aree archeologiche (Domus Aurea, Monteruscello, Pompei, Villa Gordiani).

Dal 1994 al 1997 è stato consulente del Comune di Roma per il programma dei concorsi di progettazione e coordinatore tecnico/scientifico del programma di riqualificazione degli spazi pubblici "Centopiazze per Roma".
Dal 1998 al 2001 ha diretto l'Ufficio Concorsi Architettura del Comune di Roma; tra i concorsi curati e coordinati molti riguardano sistemazioni di spazi pubblici e di aree ad alta complessità ambientale.

Tra le opere realizzate vi sono quattro parchi pubblici a Napoli, una piazza a Roma, un giardino temporaneo in Francia, un piccolo quartiere di edilizia pubblica nella provincia di Latina; sono in corso di realizzazione, 3 piazze e altri spazi pubblici del Centro Storico di Marino.
E' vincitore di vari concorsi di progettazione tra i quali quello per 49 aree verdi bandito dal Comune di Roma, per il progetto ambientale e architettonico di Bagno Vignoni; si è qualificato per il secondo grado del concorso per la sistemazione dell'area della stazione di Siena e per la progettazione del nuovo Parco del Mausoleo di Teodorico a Ravenna.

Ha partecipato come relatore a convegni e seminari di progettazione, prevalentemente sui temi della riqualificazione degli spazi pubblici e dei parchi.
Tra le pubblicazioni si segnalano il testo Siti e Paesaggi (Ed.Alinea 1999), Bagno Vignoni e le sue Acque (Ed.Don Chisciotte 2000) oltre a dispense, articoli su temi di paesaggio, giardini storici, spazi pubblici e, come curatore e direttore della collana del Comune di Roma, U.C.A. Cataloghi di Architettura, i volumi: Centro Congressi Italia, Sarajevo Concert Hall, Due Ponti Pedonali sul Tevere, Galleria Comunale di Arte Moderna. Ha collaborato alla progettazione di vari Parchi Territoriali e Fluviali a Dolo, Brescia, Modena ed Arezzo.

Suoi progetti sono stati esposti alla Biennale di Venezia del 1985 ed alla Triennale di Milano del 1987 e sono pubblicati in vari libri e riviste italiane tra i quali: P.Portoghesi "I Nuovi Architetti Italiani", Guida all'Architettura Moderna Zanichelli "Italia gli ultimi trent'anni", Italia, le forme della Creatività, Skirà 1999.
Dal 1996 è membro del Consiglio Direttivo Nazionale dell' IN/Arch e dal 1998 del Direttivo Nazionale ANCSA.

Torna all'elenco docenti